Apertura giornaliera Lun/Ven 9.00 - 19.00 - Sab / Dom / Festivi 9.00-20.00
Apertura giornaliera Lun/Ven 9.00 - 19.00 - Sab / Dom / Festivi 9.00-20.00
Apertura giornaliera Lun/Ven 9.00 - 19.00 - Sab / Dom / Festivi 9.00-20.00
Apertura giornaliera Lun/Ven 9.00 - 19.00 - Sab / Dom / Festivi 9.00-20.00

Arte e cultura a Padova al tempo della Bibbia Istoriata Padovana

  • Novembre 30, 2023

La dominazione della famiglia Carrarese, iniziata in forme imperfette nel 1318, e compiuta una ventina d’anni dopo, impresse alla città di Padova tutta una fisionomia di elevato livello culturale e artistico.

Gli interventi urbanistici, la costruzione del castello e della reggia, le fortificazioni, la decorazione degli ambienti e tutti i diversi strumentari necessari alla vita di corte, sono una testimonianza di un livello culturale e artistico specificamente padovano, voluto e promosso dai signori, in special modo da Francesco il Vecchio e Francesco Novello, nella seconda metà del Trecento, quando la forma consolidata del potere rese possibile l’attuazione di imprese volte al rafforzamento dell’immagine dei Carraresi, che interpretando sentimenti condivisi, come l’amore per sant’Antonio e la sua basilica, creavano un diffuso consenso tra i cittadini.

Del tutto speciale fu l’interesse per la scienza, che si tradusse anche nel sostegno e nella promozione dell’Università. I due ultimi signori padovani ebbero inoltre importanti biblioteche, ricche di opere letterarie e scientifiche, spesso miniate, che documentano gli interessi per la resa dello spazio, la conoscenza del moto degli astri celesti, la botanica e la medicina. ‘Specchio’ del mondo padovano e delle sue attività è la straordinaria Bibbia istoriata Padovana, in parte conservata nell’Accademia dei Concordi di Rovigo, che insieme ai cicli di affreschi ora proclamati patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, raffigura una città bella, operosa, qualificata culturalmente e civilmente.

L’intervento si svolgerà presso la Sala degli Arazzi di Palazzo Roncale sabato 2 dicembre alle ore 16:00 ed è curato dalla prof.ssa Giovanna Baldissin in collaborazione con l’Accademia dei Concordi di Rovigo.

L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti.